INTERVISTE, LIBRI

Dieci riforme a costo zero: Tito Boeri

 

in onda
Lunedì 14 Novembre
10.00

C'era una volta il bel paese.
Poi la grande crisi finanziaria (2008-2009) e la successiva crisi del debito pubblico ci hanno messo di fronte drammaticamente ai costi delle mancate riforme. Si sente sempre dire: non ci sono soldi per fare le riforme.
E in un periodo di crisi così profonda come quella che stiamo vivendo, questo messaggio rischia di passare all'opinione pubblica come – tutto sommato – sensato.

Il nostro paese ha un urgente bisogno di riforme nel mercato del lavoro, nell’organizzazione dello Stato e nella pubblica amministrazione, nella regolamentazione delle professioni, nel mercato del credito, nei criteri di selezione della classe politica e nella previdenza.

Per questo motivo urgono interventi strutturali per tracciare un percorso lungo e faticoso verso una nuova idea di Italia che ridia al nostro paese la fiducia, oltre che dei mercati internazionali, prima di tutto del popolo italiano.

Abbiamo letto e vi invitiamo vivamente a prenderne visione, un interessantissimo volume edito da Chiarelettere dal titolo: "Le riforme a costo zero".
Ai nostri microfoni abbiamo oggi uno dei due autori: Il professor Tito Boeri professore di economia presso l’Università Bocconi di Milano, direttore scientifico della Fondazione Rodolfo Debenedetti e del Festival dell’Economia di Trento, fondatore del sito www.lavoce.info

I due autori propongono dieci riforme da effettuarsi a "costo zero", senza cioé l'impiego di soldi pubblici, ma utilizzando ciò che già è a disposizione della macchina statale e alcune singolari iniziative che serviranno (anche se non saranno le uniche da farsi) per far ripartire il nostro paese. finalmente  si comincia a delineare una visione di un futuro possibile per noi e per le generazioni future.

Cerchiamo di capire come con il prof. Tito Boeri ai nostri microfoni, uno dei due autori di questo libro (l'altro è Pietro Garibaldi).

di Matteo Ponzano

Segnaliamo: "Le riforme a costo zero" per l'editore Chiarelettere

Come sempre qui trovate il nostro gruppo facebook

Creative Commons License